Le analisi dalla A alla Z

Esami di Laboratorio

Esame/Analisi: Acido Urico Urinario

Sigla/Sinonimi: Uricuria

Metodica: Enzimatico Colorimetrico

Indicazioni cliniche: Gotta

Prenotazione: No


Significato diagnostico

L'acido urico è prodotto in seguito alla degradazione delle purine, che sono delle sostanze organiche contententi azoto, presenti in tutte le cellule viventi. Le purine più conosciute sono l'adenina e la guanina, ovvero le basi azotate che costituiscono gli acidi nucleici (DNA e RNA). Il nostro organismo produce, principalmente nel fegato, le purine necessarie alla sintesi degli acidi nucleici. Un ulteriore apporto di purine proviene dalla ingestione di alcuni cibi e bevande (come acciughe, fegato, sgombri, piselli, birra e vino). Il prodotto del catabolismo delle purine è l'acido urico che viene eliminato principalmente attraverso le urine e in minor parte attraverso le feci. L'aumento di acido urico nel sangue (iperuricemia) può verificarsi come conseguenza di un aumento di produzione, una diminuzione della sua eliminazione o una combinazione delle due condizioni. Un aumento della distruzione cellulare è dovuta ad esempio ad alcune terapie contro il cancro (chemioterapia, radioterapia), mentre una diminuzione della sua escrezione può essere ricondotta a danni renali. Un aumento dell'uricemia può essere inoltre dovuto a difetti congeniti del metabolismo delle purine, cancro metastatico, leucemie e mieloma multiplo. L'iperuricemia è causa della gotta, una forma di artrite caratterizzata da gravi infiammazioni dolorose alle articolazioni, in particolare ai piedi. L'acido urico in eccesso precipita, sottoforma di cristalli, all'interno delle articolazioni, a livello renale e, in particolare, a livello della pelle dove si accumula formando dei noduli palpabili noti come Tofi.
La valutazione dell'uricuria permette di discriminare tra un'elevata produzione di acido urico o una inadeguata escrezione renale.

 

Preparazione al test

Raccogliere tutte le urine della giornata e della notte nel seguente modo: - eliminare le urine della prima minzione del mattino e segnare l’ora (esempio ore 7:00); - sul fondo del contenitore di raccolta delle urine porre 3 cucchiai da tavola colmi di bicarbonato di sodio e aggiungere le urine emesse nella giornata e nella notte mescolando accuratamente dopo ogni aggiunta; - il mattino successivo terminare la raccolta con le urine emesse alla stessa ora del giorno precedente (esempio ore 7:00) nello stesso contenitore; - al termine della raccolta mescolare accuratamente e misurare il volume totale delle urine raccolte e portarne un campione al laboratorio. Se non è possibile misurarne il volume, portare tutte le urine raccolte al laboratorio. N.B. Le urine devono essere conservate in un luogo fresco durante il periodo della raccolta.

 

Prelievo: Urine

Preparazione: Raccolta urine 24h

Referto: 2 giorni

Unità di misura: mg/dl

Valori di riferimento:  250 - 750

Orario Prelievi

Dal Lunedì al Sabato dalle ore 7:00 alle ore 10:00 o su prenotazione in altri orari.

Orario ritiri referti

Tutti i giorni dal Lunedì al Sabato dalle ore 10 alle ore 12; Martedì e Giovedì 16:00-18:00

Prelievi a domicilio

Per prenotare il prelievo domiciliare contattaci allo 0965 44 99 8

Referto digitale

Scarica con comodità il referto direttamente dal sito web al tuo pc di casa
logo
 Istituto di Patologia Clinica, Via Santa Caterina d'Alessandria, 53, 89123 - Reggio Calabria Italia (+39) 0965 44 99 8 P.IVA 00579580804 

© Istituto Di Patologia Clinica Europa - Privacy- Cookies-

Questo sito utilizza cookies tecnici per migliorare il servizio di navigazione