La preparazione del paziente al prelievo venoso

 

Gli esami di laboratorio vanno eseguiti preferibilmente in “condizioni basali” cioè al mattino dopo un digiuno di 8-12 ore. (Per alcuni esami è necessario un digiuno di almeno 6-8 ore, per altri è raccomandato un digiuno di 12-14 ore.). È consentito bere acqua.  I valori normali sono riferiti a soggetti il cui prelievo è stato eseguito il mattino.

 

Digiuno

Vi è accordo unanime sull’opportunità che il paziente si presenti al prelievo a digiuno da almeno 8 – 12 ore. In questo lasso di tempo è importante astenersi dal fumo ed evitare l’assunzione di cibi, bevande alcoliche o zuccherate, caffè, in particolare se richiesti esami del quadro glucidico e lipidico.

Alimentazione

Nei giorni precedenti all’esame mantenere una dieta normale. Modifiche repentine nella assunzione di cibo e diminuzione dell'apporto calorico possono inficiare i risultati delle analisi. La dieta deve mantenersi abituale con il corretto apporto di  carboidrati, grassi e proteine.

Attività fisica

Prima di effettuare il prelievo è auspicabile un riposo almeno di 15 minuti ed evitare possibilmente l'esercizio fisico agonistico nelle 48/72 ore precedenti. L'attività fisica può indurre un aumento di alcune attività enzimatiche quali: CPK, LDH, AST, aldolasi e dell’ acido lattico. È consigliabile pertanto astenersi da attività fisiche, anche di media entità, almeno nelle 36 ore precedenti all’esame.

Farmaci

Evitare l’assunzione di farmaci (ad eccezione dei salvavita come anticoagulanti, antiaritmici, antiepilettici, ecc.) che potrebbero interferire con le metodiche di laboratorio e inficiare il risultato analitico. Per il dosaggio degli ormoni tiroidei, in corso di terapia sostitutiva, eseguire il prelievo al mattino prima di assumere la dose giornaliera, salvo diversa indicazione del medico.

Variazioni Circardiane

Alcuni analiti possono subire variazioni durante l'arco della giornata. Tra gli analiti suscettibili a variazioni circadiane vi sono: ACTH, prolattina, cortisolo, ferro, calcio e catecolamine urinarie. Per questo motivo è importante effettuare il prelievo in particolari condizioni, monitorare deambulazione, immobilizzazione a letto, orario del prelievo, tempi e postura.

Emozioni e stress

Forti emozioni o stress possono provocare variazioni nella concentrazione di alcuni analiti nel sangue. Ad esempio questi causano una diminuzione della concentrazione ematica del colesterolo e, viceversa, un aumento della concentrazione di ormoni tiroidei e catecolamine. Il dosaggio della prolattina è particolarmente sensibile allo stress da venopuntura.

Orario Prelievi

Dal Lunedì al Sabato dalle ore 7:00 alle ore 10:00 o su prenotazione in altri orari.

Orario ritiri referti

Tutti i giorni dal Lunedì al Sabato dalle ore 10 alle ore 12; Martedì e Giovedì 16:00-18:00

Prelievi a domicilio

Per prenotare il prelievo domiciliare contattaci allo 0965 44 99 8

Referto digitale

Scarica con comodità il referto direttamente dal sito web al tuo pc di casa
logo
 Istituto di Patologia Clinica, Via Santa Caterina d'Alessandria, 53, 89123 - Reggio Calabria Italia (+39) 0965 44 99 8 mail- info@istitutoeuropa.cloud

© Istituto Di Patologia Clinica Europa - Privacy- Cookies-

Questo sito utilizza cookies tecnici per migliorare il servizio di navigazione