Esami di Laboratorio

Esame/Analisi: FT3

Nome: Triiodiotironina libera (FT3)

Esami correlati: TSH; FT4; Tireoglobulina, Anticorpi anti recettori del TSH; ATPO; ATG.

Metodica: ELFA

Indicazioni cliniche: Patologie tiroidee; ipotiroidismo e ipertiroidismo 

Prenotazione: No


Significato diagnostico

La triiodotironina (T3) è uno dei due principali ormoni prodotti dalla ghiandola tiroidea, un piccolo organo a forma di farfalla localizzato alla base della gola adeso alla trachea. L'altro principale ormone tiroideo è chiamato tiroxina (T4) e insieme sono implicati nei meccanismi di regolazione dell'utilizzo dell'energia dell'organismo. La maggior parte del T3 e del T4 presente nel circolo ematico, circola legato a proteine di trasporto ma solo la quota libera (non legata) degli ormoni è biologicamente attiva. I test T3 consentono di misurare la quota libera (fT3) e/o totale (fT3 + T3 libero) dell'ormone. La tiroide produce perlopiù l'ormone T4 (80%) e solo una piccola parte (20%) di T3. Il T4, dotato di scarsa attività, viene poi convertito nella forma maggiormente attiva, il T3, nel fegato e nel rene. La concentrazione di T3 è regolata tramite un sistema a feedback, necessario per il mantenimento dell'equilibrio nella concentrazione ematica degli ormoni tiroidei. Sono parte di questo meccanismo il T4, il TSH e anche l'ormone deputato alla loro regolazione, ossia il fattore di rilascio della tireotropina (TRH), prodotto dall'ipotalamo. Quando la concentrazione di ormoni tiroidei nel circolo sanguigno diminuisce, l’ipotalamo produce l’ormone di rilascio della tireotropina (TRH) che stimola l’ipofisi a secernere l’ormone tireostimolante (TSH). Questo, a sua volta, stimola la tiroide a produrre e/o a rilasciare una maggiore quantità di ormoni tiroidei. L'aumento della concentrazione ematica di ormoni tiroidei inibisce il rilascio di TRH e TSH con conseguente diminuzione della produzione /rilascio di T4 e T3. Il corretto funzionamento di tutti gli organi (ipotalamo, ipofisi e tiroide) implicati nel meccanismo di regolazione a feedback, assicura il mantenimento dell'equilibrio nella concentrazione di ormoni tiroidei circolanti. La produzione da parte della tiroide di T3 e T4 in eccesso, comporta la comparsa di sintomi di ipertiroidismo come ansia, tremori alle mani, calo ponderale, insonnia, gonfiore, irritazione degli occhi e, in alcuni casi, esoftalmo (occhi sporgenti). La malattia di Graves è una delle cause più frequenti di ipertiroidismo. La produzione da parte della tiroide di quantità non sufficienti di ormoni, comporta invece la comparsa di sintomi di ipotiroidismo con riduzione della velocità delle reazioni metaboliche, aumento ponderale, cute secca, astenia e stitichezza. La tiroidite di Hashimoto è una causa comune di ipotiroidismo. L'ipotiroidismo e l'ipertiroidismo possono essere anche conseguenza della presenza di tiroiditi o tumori della tiroide con carente o eccessiva produzione di TSH. Gli effetti di queste patologie sulla funzionalità tiroidea possono essere monitorati tramite la misura del T3 libero o totale..  

fonte: Labtestonline

Campione: Sangue

Preparazione:  Nessuna

Referto: 2 giorni

Unità di misura: uiUpmoli/l

Valori di riferimento:  3.10 -6.80

Orario Prelievi

Dal Lunedì al Sabato dalle ore 7:00 alle ore 10:00 o su prenotazione in altri orari.

Orario ritiri referti

Tutti i giorni dal Lunedì al Sabato dalle ore 10 alle ore 12; Martedì e Giovedì 16:00-18:00

Prelievi a domicilio

Per prenotare il prelievo domiciliare contattaci allo 0965 44 99 8

Referto digitale

Scarica con comodità il referto direttamente dal sito web al tuo pc di casa
logo
 Istituto di Patologia Clinica, Via Santa Caterina d'Alessandria, 53, 89123 - Reggio Calabria Italia (+39) 0965 44 99 8 P.IVA 00579580804 

© Istituto Di Patologia Clinica Europa - Privacy- Cookies-

Questo sito utilizza cookies tecnici per migliorare il servizio di navigazione